Gli amici di Progetto N, l’Associazione che da quasi quarant’anni si dedica alla cura e riabilitazione di persone dipendenti da sostanze ed ora anche da ludopatia, riscopre la tradizione che vuole i primi di maggio come momento del risveglio della natura.
Il calendimaggio era propria questo rito popolare fatto per celebrare la magia della stagione che rinnova tutto: nella terra come nel cuore delle persone, il seme della rinascita cerca spazio.

Abbiamo allora ritenuto bello collocare in questo inizio di primavera, purtroppo segnato da una forte coda dell’inverno, un pomeriggio musicale: grazie alla disponibilità del Coro Voces Amoenae ed il suo fresco repertorio saremo condotti a riformulare pensieri forti e buoni, progettare nuove vie, sentire la gioia di poter guardare avanti.

Chi ha perso qualcosa per strada, chi ha un debito con la vita, chi ha visto sfumare obiettivi creduti sicuri, tutti riscoprano la positività del fare insieme e del camminare condividendo e confrontandosi. Allora potremo rispondere ad una frase pesante che in questi tempi riascoltiamo: c’era una volta il futuro!

Leave a Reply